Manutenzione dei tessuti d'arredo

Ti potrebbe interessare anche:

Come creare un coordinato

Consigli su come abbinare i tessuti per realizzare un divano personalizzato utilizzando le nostre collezioni di coordinati o accostando con gusto i tessuti a tinta unita. Le collezioni dei coordinati sono studiate per realizzare degli arredi in armonia partendo dal concetto base che sfrutta la stessa tipologia di tessuto con la  combinazione di  disegni diversi. Bellissimi sono anche gli accostamenti dei tessuti a tinta unita. Non a caso le collezioni di tessuti monocromatici che proponiamo vantano una vasta gamma di colori per permettere di fare più abbinamenti possibili in base alle esigenze di ogni cliente.

VAI ALLA PAGINA

Come scegliere il tessuto

Guida alla scelta del tessuto più adatto in base alle proprie esigenze e al tipo di utilizzo. Un salotto vissuto quotidianamente da tutta la famiglia compresi animali domestici richiede tessuti resistenti alla rottura e di facile manutenzione. In questo caso è consigliabile orientarsi su tessuti con trattamento antimacchia e lavabili in acqua. Tra questi si annoverano diverse tipologie di trame, pesantezze e ad oggi sono stati inseriti anche i velluti di facile manutenzione che possono adattarsi sia ad ambienti classici che moderni. Diverso è se il salotto viene considerato solo un ambiente di rappresentanza dove ricevere ospiti per passare qualche ora in compagnia. In questo caso si possono utilizzare anche tessuti più delicati.

VAI ALLA PAGINA

Come calcolare il metraggio

La quantità di tessuto per rivestire un divano o una poltrona rappresenta sempre un’incognita perché dipende da molte variabili che riguardano tanto il mobile imbottito che si vuole appunto rivestire, quanto il modello e le dimensioni dello stesso. Quindi non esiste un'unica risposta che va bene per tutte le soluzioni, ma di seguito vi indichiamo orientativamente  il metraggio del tessuto necessario per svolgere il lavoro.

VAI ALLA PAGINA

Test sui tessuti

I tessuti in vendita sul nostro sito sono testati in laboratorio da istituti specializzati. Sono sottoposti a delle prove per determinare la loro resistenza alla rottura, alla luce, allo sfregamento, al fuoco. 

VAI ALLA PAGINA

Le macchie sui rivestimenti dei divani e sui tappeti devono essere pulite velocemente evitando che il materiale rimanga bagnato:

  1. Non bagnare il tessuto, usare una spugna o un panno umidi per tamponare delicatamente la macchia. Se si usa un detergente schiumogeno, immergere la spugna o il panno nella schiuma (non nel detersivo liquido sottostante), avendo cura di eliminare quella in eccesso, e poi tamponare.
  2. Non sfregare la macchia, altrimenti si potrebbe rovinare la finitura del tessuto o del tappeto.
  3. Si possono trovare solventi e detergenti per ogni tipo di macchia. Usare una dose molto piccola di solvente adatto alla macchia e rimuoverla con delicatezza, tamponando il solvente per evitare di impregnare e far estendere la chiazza.
  4. Per le macchie di grasso, usare detersivo per piatti non colorato o bicarbonato di sodio; per macchie naturali, quali sangue, caffè, tè, olio, una soluzione forte di detersivo in polvere biologico.
  5. Macchie come inchiostro, rossetto, lucido da scarpe, pastelli di cera vanno trattate con alcol denaturato.
  6. Macchie di colla e residui appiccicosi di nastro adesivo, con l'acetone.
  7. Per le macchie di penna biro, nel caso della pelle tamponare con il latte; invece strofinare delicatamente con un panno appena bagnato di acqua ed ammoniaca le stoffe resistenti. Se la stoffa è scamosciata sfregare con delicatezza con la limetta per le unghie. Con tessuto delicato, usare una pasta di saponaria e benzina, da spazzolare via una volta asciugata la macchia.
  8. Sul velluto cospargere sale fino e spazzolare dopo circa mezz'ora.
  9. Le macchie di ruggine si possono pulire con acetone, alcol o trielina.
  10. Per pulire macchie di bevande alcoliche su una poltrona di pelle, assorbire il liquido e poi passare una spugnetta inumidita con acqua tiepida e sapone. Sulla stoffa assorbire il più possibile il liquido con carta assorbente, lasciandola un po' sulla macchia, poi pulire con un panno imbevuto di aceto bianco e alcol.
  11. Per le macchie di unto su stoffa, appoggiare sopra carta assorbente e poi cospargere talco da spazzolare successivamente. Sulla pelle strofinare acqua tiepida, sapone e un cucchiaio di ammoniaca per litro d'acqua.

Tabella simboli e significati delle istruzioni di lavaggio e manutenzione riportati sulle etichette dei prodotti tessili

Lavaggio

lavaggio delicato ad acquaLavaggio delicato ad acqua
lavaggio delicato ad acqua a manolavaggio delicato ad acqua a mano
non lavare ad acquanon lavare ad acqua
lavaggio delicato ad acqua / agitazione ridottalavaggio delicato ad acqua / agitazione ridotta
lavaggio delicato ad acqua / agitazione ridottalavaggio delicato ad acqua / agitazione ridotta
lavaggio in lavatrice / il n° indica la temperaturalavaggio in lavatrice / il n° indica la temperatura
lavaggio in lavatrice alla temperatura massima indicata, centrifuga ridottalavaggio in lavatrice alla temperatura massima indicata, centrifuga ridotta
lavaggio in lavatrice alla temperatura massima indicata, non centrifugarelavaggio in lavatrice alla temperatura massima indicata, non centrifugare

Asciugatura

AsciugatriceAsciugatrice
non utilizzare l'asciugatricenon utilizzare l'asciugatrice
asciugatrice a bassa temperaturaasciugatrice a bassa temperatura
asciugatrice a media temperaturaasciugatrice a media temperatura
asciugatrice a alta temperaturaasciugatrice a alta temperatura
asciugare appeso non strizzato o centrifugatoasciugare appeso non strizzato o centrifugato
asciugare appeso dopo strizzato o centrifugaasciugare appeso dopo strizzato o centrifuga
asciugare distesoasciugare disteso
Non strizzarenon strizzare

Pulitura a secco

non pulire a secconon pulire a secco
pulire a secco con tutti i solventipulire a secco con tutti i solventi
pulire a secco con tutti i solventi esclusi trielina e tricloroetilenepulire a secco con tutti i solventi esclusi trielina e tricloroetilene
pulire a secco senza aggiunta di acqua con tutti i solventi esclusi trielina o tricloetilene, agitazione ridotta, temperatura di essicazione ridottapulire a secco senza aggiunta di acqua con tutti i solventi esclusi trielina o tricloetilene, agitazione ridotta, temperatura di essicazione ridotta
pulire a secco con idrocarburipulire a secco con idrocarburi
pulire a secco con idrocarburi senza aggiunta di acqua / agitazione ridotta, temperatura di essicazione ridottapulire a secco con idrocarburi senza aggiunta di acqua / agitazione ridotta, temperatura di essicazione ridotta

Stiratura

non stirarenon stirare
stirare a bassa temperatura - 110° Cstirare a bassa temperatura - 110° C
stirare a media temperatura - 150° Cstirare a media temperatura - 150° C
stirare ad alta temperatura - 200° Cstirare ad alta temperatura - 200° C

Candeggio

candeggiarecandeggiare
non candeggiarenon candeggiare
Prodotto aggiunto alla lista dei desideri
Prodotto aggiunto per il confronto

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso.
Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti.
Potrai revocare il tuo consenso all'installazione dei cookie in qualsiasi momento nella tua area utente